La storia della FacoltÓ di scienze economiche

Quando, nei primi anni Novanta, si decise di creare l'Università della Svizzera italiana, fu subito evidente che una Facoltà di scienze economiche non poteva mancare accanto all'Accademia di Architettura. Infatti Lugano da tempo aveva un suo ruolo finanziario e bancario ben radicato sul territorio di frontiera. Il Comitato scientifico, composto da Mauro Baranzini, Remigio Ratti e Lanfranco Senn, operò in stretta collaborazione con l'Università Bocconi, l'Università Cattolica di Milano e alcune università svizzere per avviare una Facoltà con un chiaro profilo didattico e scientifico. La Svizzera italiana rispose positivamente a questa nuova iniziativa accademica e il numero degli studenti immatricolati superò ogni aspettativa.