Unione europea tra cooperazione e integrazione

Law Institute

Start date:

End date:

Lunedì 7 ottobre
ore 17.30
aula A 21, palazzo rosso, campus di Lugano

È noto che la Svizzera non è uno Stato membro dell'Unione europea. Eppure, come dimostrano ancora i recenti dibattiti, il diritto europeo è tutt'altro che ininfluente per l'ordinamento giuridico svizzero. La prospettiva convenzionale bilaterale, pur fondandosi sul classico modello della cooperazione intergovernativa, presenta oggi caratteri sempre più intensi, per certi versi quasi assimilabili a forme di integrazione, e comunque tali da rendere la condizione giuridica del nostro Paese marcatamente diversa da quella degli altri Stati terzi che sono legati all'Unione da accordi bilaterali.

Alla peculiare "politica europea" elvetica è stata dedicata una ricerca dell'Università degli Studi di Milano, sfociata nella pubblicazione del volume che verrà presentato in occasione della conferenza e che offrirà ai due ospiti,  Massimo Condinanzi (Professore ordinario di diritto dell'Unione europea nella Facoltà di giurisprudenza dell'Università degli Studi, Milano) e Alexis Lautenberg (Ambasciatore, già Capo della Missione Svizzera presso l'UE), lo spunto per dibattere sulla recentissima evoluzione dei rapporti tra Svizzera e Unione europea, non solo riguardo alle note tematiche fiscali, bensì anche a proposito della cosiddetta "questione istituzionale" e del futuro dei negoziati bilaterali.