L'IDUSI a dialogo con i liceali sul tema della giustizia riparativa

Servizio comunicazione istituzionale

L’Istituto di diritto dell’Università della Svizzera italiana (IDUSI) - sede del gruppo regionale italofono del Forum Svizzero per la giustizia riparativa (Swiss RJ Forum) - organizza venerdì 7 febbraio alle 14.00 in aula A11 (Campus di Lugano, palazzo rosso) un pomeriggio di riflessione sulla giustizia riparativa. Coinvolti in questa iniziativa formativa una cinquantina di allievi del Liceo cantonale di Lugano 2 che seguono l’indirizzo di studio “economia e diritto” o sono impegnati in un lavoro di maturità su tematiche giuridico-economiche.

Gli studenti avranno l’opportunità di confrontarsi con l’esperta della tematica Grazia Mannozzi, Professoressa di Diritto penale e di Giustizia riparativa e mediazione penale all’Università degli Studi dell’Insubria e Direttore del Centro Studi sulla Giustizia riparativa e la mediazione. La visione del film “Tangerines” del regista Zaza Urushadzei fornirà l’occasione per estrapolare alcune tematiche legate alla giustizia riparativa e favorire il dibattito e il confronto tra gli allievi. L’incontro è aperto anche agli studenti USI e ai membri della comunità accademica interessati.

L’iniziativa si inserisce nel quadro delle attività che l’USI rivolge al territorio, con l’intento di promuovere il dibattito culturale e scientifico su differenti temi e che l’IDUSI si impegna ad organizzare nel proprio settore di competenza (anche attraverso “la formazione continua e aggiornamento per giuristi” organizzata all’USI dall’Istituto di diritto in collaborazione con la Facoltà di giurisprudenza dell’Università di Lucerna).  

L’impegno dell’Istituto nel favorire la discussione sulla tematica della giustizia riparativa è iniziato già nel 2018 con un primo convegno sul tema, approfondito in un secondo incontro nel maggio 2019. I due convegni, organizzati in collaborazione con lo Swiss RJ Forum, l’European Forum for Restorative Justice e la Sezione svizzera della International Commission of Jurists (ICJ), hanno favorito la creazione del gruppo regionale italofono del Forum Svizzero per la giustizia riparativa di cui Annamaria Astrologo, collaboratrice dell’IDUSI e Docente di diritto penale svizzero presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi dell’Insubria, è coordinatrice scientifica. “Lo scopo del gruppo regionale è proprio quello di organizzare conferenze e seminari di studio in materia di giustizia riparativa al fine di radicare anche in Ticino una discussione consapevole e una formazione concreta su questa visione di giustizia” afferma Astrologo.

Ma perché questa attenzione agli strumenti di giustizia riparativa? “Negli ultimi anni c’è sempre più attenzione verso la giustizia riparativa proprio perché il focus si è spostato dal reo al rapporto tra l’autore e la vittima. Nondimeno, il dialogo è il fondamento del rapporto tra la giustizia riparativa e la giustizia penale tradizionale, in una visione in cui la prima supporta la seconda. La complementarità e l’integrazione delle due forme di giustizia è infatti l’unica via percorribile” spiega Astrologo.

Nella gestione del conflitto, la parola diviene lo strumento fondamentale per operare con la giustizia riparativa. Il secondo appuntamento previsto il 24 marzo 2020 sempre all’USI, organizzato dall’IDUSI in collaborazione con l’Istituto di argomentazione, linguistica e semiotica (IALS) verterà proprio sul tema della mediazione penale sotto il profilo sia giuridico che linguistico. Moderato da Giancarlo Dillena, l’incontro si rivolge alle persone interessate ad un approccio dialogico alla riparazione del conflitto.

 

Sections